Comune di Cascia

ASTA PUBBLICA PER LA VENDITA USO COMMERCIO DI LEGNAME RITRAIBILE DAL TAGLIO DEI BOSCHI SITI NEL COMUNE DI CASCIA IN LOC “ LA PESCHIERA “ MONTE MERAVIGLIA – 3° ESPERIMENTO –

COMUNE DI CASCIA
Provincia di Perugia
Area Lavori Pubblici – Ufficio Manutenzioni e Patrimonio

ESPERIMENTO D’ASTA PUBBLICA PER LA VENDITA USO COMMERCIO DI LEGNAME RITRAIBILE DAL TAGLIO DEI BOSCHI SITI NEL COMUNE DI CASCIA IN LOC “ LA PESCHIERA “ MONTE MERAVIGLIA – 3° ESPERIMENTO –

IL RESPONSABILE DEL PATRIMONIO

In esecuzione della deliberazione del N. 95 adottata nella seduta del 21.12.2016 dalla Giunta Comunale;
RENDE NOTO

che il giorno 21 del mese di Marzo dell’anno 2019 alle ore 15,00 in Cascia presso il Centro Operativo Comunale P.Le Dante – dinanzi alla commissione di gara avrà luogo l’asta pubblica, ad unico e definitivo incanto, per la vendita uso commercio del legname ritraibile dai boschi siti nel Comune di Cascia in loc. “La Peschiera” Monte Meraviglia così suddivisi:
– LOTTO 1 unità di intervento 5 sup. ettari 7.72 fog. 87 part. 10 massa presunta 539,67 tonnellate
– LOTTO 2 unità di intervento 6 sup. ettari 6.93 fog. 87 part. 10 e 24 massa presunta 194,87 tonnellate

L’INCANTO SARÀ REGOLATO DALLE SEGUENTI NORME
1) – METODO DI GARA.
L’asta si terrà con il metodo di cui all’art. 73, lett. c) del R.D. 23 maggio 1924, n. 827 e, cioè a mezzo di offerta segreta in aumento da confrontarsi col prezzo a base d’asta di seguito indicato per ciascun lotto

– LOTTO 1 unità di intervento 5 euro 10.356,00 (diecimilatrecentocinquantasei/00) + iva al 22%

– LOTTO 2 unità di intervento 6 euro 3.740,00 (tremilasettecentoquaranta/00) + iva al 22%

L’aggiudicazione dell’asta sarà affidata al concorrente che avrà praticato, rispetto al prezzo base, il massimo aumento non essendo ammesse offerte in diminuzione
L’ asta sarà ritenuta valida anche in presenza di una sola offerta
La vendita del legname viene fatta a corpo per le quantità riportate nel bando di gara, a tutto rischio vantaggio o danno dell’aggiudicatario.

2) – REQUISITI, MODALITA’ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA.
Per partecipare al presente incanto i concorrenti devono possedere:
 L’iscrizione in qualità di ditta boschiva alla Camera di Commercio I. A. e A. per attività comprendenti quella oggetto della presente gara;
 Il tesserino di iscrizione nell’Elenco Regionale di cui all’art. 9 della Legge Regionale n.28 del 19.11.2001 e s.m.i ”Fascia A” o “Fascia B”. Le ditte provenienti da altre Regioni dovranno produrre, ai sensi dell’art.9 comma 4 della Legge Regionale n.28 del 19.11.2001 e s.m.i., certificato equipollente rilasciato dell’amministrazione regionale di provenienza o certificato di idoneità rilasciato dal Comando provinciale del Corpo Forestale dello Stato dove la ditta risulta essere iscritta alla Camera di Commercio industria e artigianato e apposito attestato di idoneità rilasciato dall’autorità competente per territorio con attribuzione della fascia “A” o “B”;.
ed essere, inoltre, in regola
 con il documento unico di regolarità contributiva di cui all’articolo 90, comma 9, del D-Lgs n. 81/2008
 con i requisiti di cui all’art. 80 del decreto legislativo 50/2016.
 Ogni partecipante dovrà presentare un plico sigillato e controfirmato sui lembi di chiusura, recante all’esterno oltre al proprio nome e cognome, indirizzo e la dicitura “Offerta per la gara del giorno 21 Marzo 2019 per assegnazione al taglio e vendita del legname ritraibile dal lotto commerciale ………. ( indicare denominazione lotto) – NON APRIRE”.
Ogni lotto verrà aggiudicato con procedura separata, per cui, i concorrenti in possesso di tesserino di “fascia A” interessati a partecipare alla gara per l’aggiudicazione di entrambi i due lotti dovranno presentare un plico, completo di tutta la documentazione, per ciascun lotto.
I concorrenti in possesso di tesserino di “Fascia B” possono presentare offerta solo per un lotto, (pena esclusione).
Ogni plico, al suo interno, dovrà contenere, a pena di esclusione:
a) Dichiarazioni sostitutive di atto notorio e di certificazione ai sensi del DPR 28.12.2000 n.445 riportate nel modello allegato al presente bando. Le dichiarazioni rese non utilizzando il modello allegato, devono contenere, a pena di esclusione, tutte dichiarazioni sostitutive di atto notorio e di certificazione ai sensi del DPR 28.12.2000 n.445 riportate nel modello stesso. Alla dichiarazione dovrà, altresì, essere allegata, a pena di esclusione dalla gara, la fotocopia di un documento di identità del sottoscrittore in corso di validità.
b) quietanza comprovante l’effettivo deposito per le spese d’asta e di contratto, di direzione tecnica della somma indicata di seguito per ciascun lotto
Lotto Commerciale A) Euro 1.000,00
Lotto Commerciale B) Euro 400,00
che dovrà effettuarsi presso la Tesoreria dell’Ente – Banca Popolare di Spoleto ag. di Cascia – Piazza Garibaldi – mediante bonifico bancario utilizzando il codice IBAN IT390570438330000000000714 con la causale “deposito taglio bosco loc “La Peschiera” Monte Meraviglia LOTTO ________
c) Procura speciale notarile nel caso in cui il concorrente partecipi alla gara a mezzo di un proprio delegato; tale procura sarà allegata al verbale di gara;
d) Offerta economica, redatta utilizzando lo schema allegato al presente bando, disponibile presso il Centro Operativo Comunale P.Le Dante Cascia. L’offerta dovrà essere inserita in apposita busta sigillata e controfirmata lungo i lembi di chiusura, riportante i dati della ditta concorrente e la dicitura “Gara assegnazione taglio e vendita legname ritraibile dal Lotto _____________(indicare denominazione) . Offerta economica”.
Nel caso di discordanza fra il prezzo espresso in lettere e quello espresso in cifre, sarà ritenuta valida l’indicazione più vantaggiosa per il Comune
Il plico contenente l’offerta e la documentazione, a pena di esclusione dalla gara, deve pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune di Cascia sito in Piazza Aldo Moro 3, 06043 Cascia (PG), entro il termine perentorio delle ore 12,00 del giorno 21 Marzo 2019 a mezzo del servizio postale (raccomandata A.R. o posta celere, oppure mediante agenzia privata di recapito postale autorizzata,
E’ altresì ammessa la consegna a mano, entro i termini sopra stabiliti, presso lo stesso ufficio che rilascerà apposita ricevuta.
Resta inteso che il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente ove, per qualsiasi motivo, il plico stesso non giunga a destinazione in tempo utile. Non saranno ritenuti validi i plichi non pervenuti all’ufficio suindicato. I plichi pervenuti al Comune non potranno essere ritirati, sostituiti, o integrati o comunque modificati.
L’eventuale assenza, carenza od omissione anche di uno solo dei documenti, delle dichiarazioni o adempimenti richiesti dal bando, comporta l’esclusione dalla gara del concorrente.
La gara è aperta al pubblico. I titolari o legali rappresentanti dei concorrenti, muniti di specifica delega, possono richiedere di allegare al verbale eventuali osservazioni, presentate in forma scritta, inerenti la gara.

3) – PROCEDURA DI AGGIUDICAZIONE.
Il Presidente della commissione di gara procederà, separatamente per ciascun lotto, all’apertura dei plichi pervenuti entro il termine di scadenza e, dopo il controllo circa la regolarità della documentazione, l’apertura delle buste piccole contenenti le offerte economiche delle ditte ammesse e la lettura ad alta voce delle medesime, dichiarerà aggiudicataria provvisoria la Ditta che avrà offerto il prezzo maggiore, superiore a quello stabilito a base d’asta.
Le operazioni avranno inizio all’ora stabilita con l’analisi della documentazione, l’apertura delle offerte e l’aggiudicazione provvisoria..
Nel caso di offerte uguali, se presenti i concorrenti che le hanno presentate, verrà esperita procedura di gara ristretta tra essi con il metodo dell’offerta segreta, nel corso della quale verrà richiesto un ulteriore aumento. In caso i concorrenti non siano presenti, ovvero non vogliano proporre aumento dell’offerta, si procederà all’individuazione dell’aggiudicatario per sorteggio.
L’aggiudicazione definitiva verrà disposta con propria Determinazione del Responsabile al Patrimonio, contestualmente all’approvazione del verbale di gara e diventerà efficace dopo la verifica del possesso, da parte della ditta aggiudicataria, di tutti i requisiti richiesti dal bando e presentati o autocertificati.
Se entro il termine di scadenza stabilito dal bando d’asta non saranno pervenute offerte, il Presidente dichiarerà la gara deserta.
4) – MODALITÁ DI PAGAMENTO.
La ditta aggiudicataria dovrà versare il corrispettivo offerto con le seguenti modalità:
LOTTO 1 – unità di intervento 5 50% firma contratto 50% entro 180 giorni dalla firma del contratto
LOTTO 2 – unità di intervento 6 50% firma contratto 50% entro 180 giorni dalla firma del contratto
5) CONSEGNA DEL BOSCO
L’aggiudicatario nel termine di 1 mese dall’esecutività della Determina di aggiudicazione dovrà inoltrare domanda di consegna citando gli estremi di iscrizione all’elenco delle ditte boschive, al venditore.
Entro il mese successivo alla domanda di consegna, l’aggiudicatario riceve in consegna il bosco.
6) DURATA DEL CONTRATTO
Il contratto avrà durata fino alla data di chiusura della stagione silvana 2018-2019; nel caso in cui la ceduazione si protragga o venga rinviata oltre la suddetta stagione silvana il contratto potrà essere prorogato per la stagione silvana 2019-2020 previa autorizzazione della Comunità Montana Valnerina da richiedersi secondo le modalità previste nel capitolato tecnico e dietro pagamento del valore dell’incremento legnoso maturato.
6) – CAUZIONE:
A garanzia dell’esatto adempimento degli obblighi derivanti dal progetto di taglio, dal rispetto delle prescrizioni connesse al capitolato tecnico, al contratto e alla normativa vigente in materia di boschi e foreste, la ditta aggiudicataria dovrà provvedere, prima della stipula del contratto, al deposito presso la Tesoreria del Comune, a titolo di cauzione definitiva, di una somma pari al 10 % dell’importo di aggiudicazione. Tale garanzia potrà essere effettuata anche mediante fidejussione bancaria o assicurativa e potrà essere restituita solo dopo che il verbale di collaudo sarà stato ufficialmente trasmesso al venditore e l’aggiudicatario avrà pagato tutti i compensi e le eventuali penalità fissate nel verbale stesso.
In caso di inottemperanza degli impegni assunti con il contratto od in caso di esecuzione dei lavori di taglio non a regola d’arte o di mancata pulizia finale, la cauzione sarà incamerata dall’Amministrazione, salvo ulteriore rivalsa sull’aggiudicatario per i maggiori oneri occorrenti per la sistemazione del lotto.
7) – PRESCRIZIONI E AVVERTENZE.
– I concorrenti si intendono vincolati all’offerta per un periodo di giorni 180 dalla data di presentazione dell’offerta.
– Tutte le spese di contratto (bolli, diritti, registrazione, segreteria ecc.) sono a carico dell’aggiudicatario così come le spese di direzione tecnica e sorveglianza, le spese amministrative e gli oneri fiscali
– La vendita e utilizzazione del legname dei lotti di bosco in esame è subordinata alle condizioni stabilite dalle Leggi e dai Regolamenti in materia forestale e ambientale, con particolare riferimento alla L.R. 19.11.2001 n.28 e s.m.i e relativo Regolamento di attuazione n.7 del 17.12.2002 e alle eventuali disposizioni e prescrizioni dei Carabinieri Forestali dello Stato e della Comunità Montana Valnerina, in particolar modo delle prescrizioni contenute nell’autorizzazione di taglio prot. 0000956 del 12.02.2018
– Il progetto di taglio con allegata documentazione è visionabile presso Centro Operativo Comunale P.Le Dante Cascia nel corso del normale orario di apertura al pubblico o in altri orari previo appuntamento 0743/76592 cell. 3405899239
– La ditta aggiudicataria dovrà essere in regola con le norme di sicurezza di cui al D.Lgs. n.81/2008 e con gli adempimenti contributivi, assicurativi e fiscali. Contestualmente alla firma del contratto dovrà sottoscrivere, in segno di accettazione, il progetto speciale con relativi allegati.
– Il Comune resta esonerato da ogni responsabilità per eventuali passaggi o piazze di deposito del legname effettuate in fondi di altri proprietari.

8) – PRIVACY:
Ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. N. 196/2003, i dati forniti dai concorrenti sono raccolti per le finalità di gestione della presente gara di pubblico incanto e comunicati al personale del Comune coinvolto nel procedimento per gli adempimenti di competenza. Tali dati saranno comunicati e pubblicati nelle forme previste dalla legge e/o dal presente bando. Gli stessi saranno trattati anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto per le finalità inerenti la gestione del rapporto medesimo. Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dalla gara.
L’interessato gode dei diritti di cui all’art. 7 del citato decreto n. 196/2003 tra i quali figura il diritto di verificare, aggiornare, completare e cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti non correttamente. Titolare del trattamento dei dati è Il Comune di Cascia
9) – CONTROVERSIE.
Ogni controversia che dovesse insorgere con tra il Comune di Cascia e la ditta aggiudicataria, che non si sia potuta definire in via amministrativa, sarà deferita ad un collegio arbitrale composto da due persone, una scelta dal Comune, una dall’aggiudicatario.
10) – ORGANO COMPETENTE PER LE PROCEDURE DI RICORSO E TERMINI.
T.A.R. dell’Umbria con sede in Perugia – Via Baglioni n.3. I ricorsi contro il presente bando devono essere presentati entro il termine di 60 giorni dalla data di pubblicazione. I ricorsi avverso le esclusioni dalla gara devono essere notificati al Comune entro 60 giorni dal ricevimento della comunicazione di esclusione.
Cascia lì 15.02.2019

Il Responsabile
Ing. Lucia Marcaccioli

Al Comune di Cascia
Piazza Aldo Moro 3
06043 Cascia

OGGETTO: Asta pubblica per assegnazione al taglio e vendita del legname ritraibile dal LOTTO …………..- UNITÀ DI INTERVENTO ………… loc “la peschiera“ Monte Meraviglia
dichiarazione di partecipazione alla gara
Il sottoscritto …………………………………………………………………………………….
nato il ………………………………… a ………………………………………………………
in qualità di ……………………………………………………………………………………..
della ditta………………………………………………………………………………………
con sede in ………………………………………………………………………………………
via ………………………………………………………….. n. ………………………………..
tel. N. …………………………………………. Fax. N. …………………………………………
Codice fiscale n. ………………………………. Partita IVA n. ……………………………….
Ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR 28 dicembre 2000 n.445, consapevole delle sanzioni penali previste dall’articolo 76 del medesimo DPR 445/2000, per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate,
DICHIARA
– che l’impresa è iscritta, in qualità di ditta boschiva, nel registro delle imprese della Camera di Commercio di ……………………………………………………………………….. per la seguente attività:
……………………………………………………………………………… …………………………………………………………………………………………………… …………………………………………………………………………………………………… e che i dati dell’iscrizione sono i seguenti (per le ditte con sede in uno stato straniero, indicare i dati di iscrizione nell’Albo o Lista ufficiale dello Stato di appartenenza):
• numero iscrizione Registro Imprese ………………………………………………………
• data iscrizione Registro Imprese ………………………………………………………….
• numero e data iscrizione Repertorio Economico Amministrativo ………………………
………………………………………………………………………………………………………..
• durata della ditta/data termine ……………………………………………………………..
• forma giuridica ………………………………………………………………………………
• titolari, soci, direttori tecnici, amministratori muniti di rappresentanza, soci accomandatari (indicare i nominativi, le qualifiche, le date di nascita e la residenza): …………………………………………………………………………………………………………………………………………….………………………………………………………………………………………………..…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………….……………………………………………………………………………………………………………………………………………………….
– di essere in possesso del Tesserino di iscrizione “Fascia _____” n. …………………………. all’elenco regionale delle ditte Boschive con sede in Umbria di cui all’art.9 della L.R. n. 19.11.2001 n.28 e s.m.i;
oppure (barrare la dichiarazione che non interessa)
– di essere in possesso del Tesserino di iscrizione ………………………..n. …………………………. all’elenco regionale delle ditte Boschive con sede nella Regione …………………………………. di cui alla L.R. n. …………………………………………………. n. …………………………….. e dell’ attestato di idoneità rilasciato dalla _______________________________in data ______________ di cui art.9 comma 4 della Legge Regionale n.28 del 19.11.2001 e s.m.i con attribuzione della fascia “______”;;
oppure (barrare la dichiarazione che non interessa)
– di essere in possesso del certificato rilasciato dal Comando Provinciale del corpo Forestale dello Stato della Provincia di ……………………………………………………………………. e dell’ attestato di idoneità rilasciato dalla _______________________________________ in data __________di cui art.9 comma 4 della Legge Regionale n.28 del 19.11.2001 e s.m.i con attribuzione della fascia “_______”;;

– che non sussistono le cause di esclusione previste dall’art. 80 del d.lgs n. 50/2016, ed in particolare:

A) che nei propri confronti e nei confronti degli amministratori e/o dei legali rappresentanti dell’impresa cessati dalla carica nel triennio antecedente la data di ricevimento della lettera di invito (per quest’ultimi l’impresa può in ogni caso dimostrare di aver adottato atti o misure di completa dissociazione dall’eventuale condotta penalmente sanzionata) non è stata pronunciata sentenza di condanna definitiva o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’art. 444 c.p.p., per i reati elencati nell’art. 80, comma 1, lett. A), b), c), d), e), f) e g) del d.lgs n. 50/2016; (1)
B) che non sussistono cause di decadenza, di sospensione o di divieto previste dall’art. 67 del d.lgs 159/2011 o di un tentativo di infiltrazione mafiosa di cui all’art. 84, comma 4 del medesimo decreto;
C) di non aver commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse o dei contributi previdenziali, secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui è stabilita (per la definizione di violazioni gravi definitivamente accertate vedi art. 80, comma 4 del d.lgs 50/2016);
D) di non aver commesso gravi infrazioni debitamente accertate alle norme in materia di salute e sicurezza sul lavoro nonché agli obblighi di cui all’art. 30, comma 3 del d.lgs 50/2016;
E) che l’impresa non è in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato preventivo o che nei cui riguardi non è in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni;
F) di non essersi reso colpevole di gravi illeciti professionali, tali da rendere dubbia l’integrità o affidabilità dell’impresa. Tra questi rientrano gli atti e i comportamenti previsti dall’art. 80, comma 5, lettera c) del d.lgs 50/2016;
G) che la partecipazione dell’impresa alla procedura di aggiudicazione non determina una situazione di conflitto di interesse ai sensi dell’art. 42, comma 2 non risolvibile se non con l’esclusione dell’impresa dalla procedura;
H) che non vi è stato un precedente coinvolgimento dell’impresa nella preparazione della procedura d’appalto di cui all’art. 67 che provochi una distorsione della concorrenza non risolvibile con misure meno intrusive se non con l’esclusione dell’impresa dalla procedura;
I) che nei confronti dell’impresa non è stata applicata la sanzione interdittiva di cui all’art. 9, comma 2, lettera c), del D. Lgs 08.06.2001 n. 231 o altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione compresi i provvedimenti interdittivi di cui all’articolo 14 del d.lgs 81/2008;
L) che l’impresa non è iscritta nel casellario informatico tenuto dall’Osservatorio dell’ANAC per aver presentato false dichiarazioni o falsa documentazione ai fini del rilascio dell’attestazione di qualificazione;
M) che l’impresa non ha violato il divieto di intestazione fiduciaria posto all’art. 17 della legge 19.03.1990, n. 55;
N) ai sensi dell’art. 17 della legge 12.03.1999, n. 68:
O) Che l’impresa è in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili

P) che il sottoscritto: BARRARE LA CASELLA DI INTERESSE
 non è stato vittima dei reati previsti e puniti dagli artt. 317 e 629 c.p., aggravati ai sensi dell’art. 7 del decreto legge 13 maggio 1991, n. 152, convertito, con modificazioni, dalla legge 12 luglio 1991 n. 203 ovvero pur essendo stato vittima dei suddetti reati ha denunciato i fatti all’autorità giudiziaria;
oppure
 è stato vittima dei reati previsti e puniti dagli artt. 317 e 629 c.p., aggravati ai sensi dell’art. 7 del decreto legge 13 maggio 1991, n. 152, convertito, con modificazioni, dalla legge 12 luglio 1991 n. 203, e non ha denunciato i fatti all’autorità giudiziaria, in quanto ricorrono i casi previsti dall’art. 4, 1° comma, della legge 24 novembre 1981, n. 689.

Q) BARRARE LA CASELLA DI INTERESSE

 che l’Impresa non si trova in alcuna situazione di controllo di cui all’articolo 2359 del codice civile con alcun soggetto, e di aver formulato autonomamente l’offerta.

Ovvero

 che l’Impresa non è a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di soggetti che si trovano, rispetto ad essa, in una delle situazioni di controllo di cui all’articolo 2359 del codice civile, e di aver formulato autonomamente l’offerta.

Ovvero

 che l’Impresa è a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di soggetti che si trovano, rispetto ad essa, in una delle situazioni di controllo di cui all’articolo 2359 del codice civile, e di aver formulato autonomamente l’offerta.
DICHIARA INOLTRE
– di avere effettuato uno studio approfondito del progetto speciale di taglio e relativi allegati, di ritenerlo adeguato e realizzabile per il prezzo corrispondente all’offerta presentata;
– di accettare, senza condizione o riserva alcuna, tutte le norme e disposizioni contenute nel bando di gara, nel progetto speciale di taglio e relativi allegati con particolare riferimento al capitolato tecnico;
– di essersi recato sul posto dove debbono eseguirsi i lavori di taglio, di avere nel complesso preso conoscenza delle condizioni locali e di tutte le circostanze generali, particolari, nessuna esclusa ed eccettuata, che possono avere influito o influire sia sulla esecuzione dei lavori, sia sulla determinazione della propria offerta e di giudicare, pertanto, remunerativa l’offerta economica presentata;
– che l’impresa è iscritta alle seguenti posizioni previdenziali e assicurative (in caso di più iscrizioni elencarle tutte):
• I.N.P.S. sede di ……………………………………… matr. n. ………………………
• I.N.A.I.L. sede di ………………………………….…… matr. n. ..……………………
– che l’indirizzo PEC al quale vanno inviate eventuali comunicazioni inerenti la gara è il seguente:………………………………………………………………………………………. ;
– di essere informato, ai sensi e per gli effetti di cui all’art.13 del D.Lgs. n.196/2003 che i dati personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell’ambito del procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa.
(luogo e data)…………………, ………………
________________________
(firma per esteso)

N.B.: La dichiarazione deve essere corredata da fotocopia, non autenticata, di documento di identità in corso di validità del sottoscritto

OFFERTA ECONOMICA (punto 2 – lett. d del bando di gara)

Al Comune di Cascia
Piazza Aldo Moro 3
06043 Cascia

OGGETTO: Asta pubblica per assegnazione al taglio e vendita del legname ritraibile dal lotto ……………..unità di intervento …………. loc “la peschiera“ Monte Meraviglia

Offerta economica.
_
Il sottoscritto…………………………………………………………………………………….
nato il ………………………………… a ………………………………………………………
in qualità di ……………………………………………………………………………………..
della ditta………………………………………………………………………………………
con sede in ………………………………………………………………………………………
via ………………………………………………………….. n. ………………………………..
tel. n. …………………………………………. fax. n. …………………………………………
Codice fiscale n. ………………………………. Partita IVA n. ……………………………….

OFFRE

per l’assegnazione al taglio e l’acquisto del legname ritraibile dal lotto di bosco di proprietà del Comune di Cascia in loc. “la Peschiera” Monte Meraviglia denominato:
Lotto ……… unità di intervento ………… – la somma di euro . ………………………………………….. …….. (diconsi euro …………………………………….. …………. ………………………………….., ……………………………………………………….)

(luogo e data)…………………………………………………………..

(firma leggibile per esteso)

Sito istituzionale del Comune di Cascia - Sede: Piazza Aldo Moro, 3 - Cascia (PG) Italy
C.F. 84002410540 - P.I. 00472360544 - Tel. +39 0743/75131 - Fax +39 0743/751344
Privacy - Termini di utilizzo - Credits